• COLLEGATI ALLA MIA PAGINA FACEBOOK

CHI SONO

CHI SONO

Renato Josca si laurea  in Medicina e Chirurgia con lode presso la Università degli Studi di Napoli per poi specializzarsi  brillantemente in Odontostomatologia e Protesi dentaria presso l’Università degli Studi di Firenze. A Colonia, dal prof. H. Lange, perfeziona le tecniche di conservativa, parodontologia e protesi dentaria.

Si trasferisce a Zurigo e lavorando nella Clinica Chirurgica  Universitaria del Canton Hospital di Chirurgia Maxillo Facciale diretta dal prof. Hermann Sailer  consegue  la specializzazione in questa delicatissima branca.

Al fianco del suo maestro, il prof  Hermann Sailer, ha eseguito migliaia di interventi chirurgici e con lui, tutt’oggi mantiene rapporti costanti di collaborazione .

Ha conseguito il Master di II livello in Management Sanitario  presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia di Napoli.

Ad una pure intensa attività scientifica e convegnistica, il dott. Renato Josca preferisce la “trincea” della sala operatoria.. Responsabile della Unità Operativa di Chirurgia Maxillo Facciale dell’Ospedale di Eboli e dell’ASL di Salerno al suo attivo ha interventi  delicatissimi che hanno attirato l’attenzione della comunità scientifica nazionale ed internazionale spesso anche per la grande valenza umanitaria di molte operazioni.

L’impegno umanitario lo porta spesso ad operare nei luoghi più estremi, poveri e pericolosi della terra e per questo ha avuto numerosi riconoscimenti.

E’ il caso di bimbi asiatici colpiti dagli effetti terribili dell’ esposizione alle radiazioni atomiche , ma anche degli immigrati che, senza la sensibilità sua e delle istituzioni del sistema sanitario nazionale italiano mai avrebbero potuto tornare al sorriso e ad una vita normale.  . Anche la televisione , la stampa  internazionale e grandi  firme del giornalismo come Ettore Mo,  si sono occupate spesso del suo impegno come medico  descrivendo gli interventi più ardui.

Ha ricevuto la Croce d’Oro dal governo del Kazhastan  in occasione della conferenza mondiale del Movimento antinucleare Nevada Semipalatinsky quale riconoscimento per gli interventi chirurgici eseguiti su bambini affetti da gravi malformazioni maxillo facciali causati  dalla esposizione alle radiazioni nucleari in seguito  a test di bombe atomiche effettuati dall’Unione Sovietica.

E’membro attivo del Movimento mondiale ambientalista ed  antinucleare  Nevada -Semipalatinskj

La spiccata vocazione a mettersi al servizio degli altri e l’amore per la medicina il dott. Renato Josca li ha sicuramente ereditati dai genitori , medici entrambi, che hanno dedicato la vita alla cura degli altri.

Sindaco di Albanella per  tre mandati dal 1995 al 2004 e dal 2014 al 2019.

Ha svolto e svolge i suoi mandati rinunciando alla  indennità di carica e a qualsiasi emolumento o rimborso, convinto che la politica è servizio e non professione.

Durante i suoi mandati la città si è distinta in campo sociale ed ambientale con valorizzazione del settore agricolo e diventando polo attrattore di insediamenti bufalini e di caseifici con produzione in un ambiente incontaminato della  migliore mozzarella del mondo.  Il territorio si distingue   anche per una politica ambientale innovativa. Ad Albanella la raccolta differenziata porta a porta è stata adottata durante il primo mandato di Sindaco già nel lontano 1997 ed oggi raggiunge una percentuale dell’80 % cosi come pure l’insediamento di impianti di produzione di energia pulita.

Consigliere provinciale e presidente della commissione agricoltura dal 2004 al 2009.

Nel poco tempo libero che regala alle sue passioni, ama rifugiarsi nel buen ritiro della sua masseria ad Albanella , una vera e propria Arca di Noè :  l’amore per l’ambiente e per gli animali è pienamente in sintonia con le missioni della sua vita quotidiana. Cavalli ed asini salvati dal macello e cani raccolti in strada curati e recuperati sono felici di poter affiancare nei percorsi di riabiltazione della Pet Therapy validi professionisti che operano nella stessa masseria gratuitamente.

Conosce come pochi il territorio in cui vive. La  sua casa è sempre aperta a chiunque.

E’fiero delle sue origini e delle sue radici.